03 Febbraio 2023
visibility
BLOG

LE COLLEZIONI.

INFO E CURIOSITA'
scritto da MARILENA MAZZONE il 13-12-2022 23:47
Dal desiderio di raccogliere ( “colligere”) nasce l’hobby del collezionismo il quale altro non è che una raccolta organizzata, catalogata e sovente esposta in maniera congeniale allo sguardo di chi la osserva al fine di soddisfare la curiosità di chi si approccia e l’orgoglio di chi la possiede. Si fanno collezioni di oggetti che si accumulano nel tempo, tutti della stessa natura e che hanno un valore intrinseco, storico o puramente sentimentale e personale; e si può collezionare praticamente di tutto, non c’è limite alla fantasia. L’unica cosa che ci serve è lo spazio…soprattutto se abbiamo deciso di fare collezione di oggetti molto ingombranti. Attenzione, non meno valide sono le collezioni meno strutturate e del tutto personali che consistono in un insieme di oggetti riposti dentro i cassetti “dei ricordi” che apriamo ogni tanto: le mostriamo raramente e ne godiamo con dolcezza. Le collezioni hanno però un significato più profondo, che va oltre il mero bisogno di accumulare, raccogliere, conservare e catalogare. Vero è che questa attività dona benessere psicofisico a che si cura della collezione stessa. Eppure in diversi casi la cosa può degenerare nella patologia: è ossessione utilizzare in maniera esagerata le proprie risorse economiche a discapito delle esigenze principali per l’accumulazione e l’ingrandimento della nostra collezione. Così come è patologico non riuscire a gettare via nulla: la disposofobia o “sindrome del rigattiere” che sovente cela la necessità di colmare vuoti psicologici creatisi a causa di traumi importanti. Scevrate le varie motivazioni che spingono le persone a circondarsi di oggetti con una modalità tale da essere definita collezione a questo punto non resta che esporre in maniera elegante e con un tocco di design tutta la nostra raccolta. Vi do alcuni suggerimenti. Se siete in possesso della famosa collezione di francobolli, potete raccogliere tutto in una o più cornici con doppio vetro e appenderle al muro. Se avete una collezione di sciarpe o foulard potete legarle con un nodo da cravatta tutte di fila alle grucce da vestiti (meglio se in legno laccato) e appenderle in giro per la casa. Se la vostra collezione è di ciotole, conchiglie, tazzine o altri oggetti di piccola dimensione potete raggruppare tutto su un tavolino dedicato. E ancora per una collezione di oggetti di ceramica (che va dai piatti, alle campane, alle formelle) oppure ancora di bambole - come quella della Berti nazionale - o di qualsiasi altro oggetto di media dimensione consiglio di attrezzarsi con vetrinette o teche che permettano di esporre tutto in bella vista in maniera ordinata e al contempo ben riposta. Come i reperti archeologici di un museo. Ogni cosa troverà la giusta collocazione nel vostro ambiente domestico come è giusto che sia: in fondo se vi siete dedicati alla realizzazione di una collezione che vi ha appassionato e continua a farlo non c’è motivo per cui essa non debba avere la giusta considerazione nella decorazione e nell’ornamento della vostra dimora. Ne godrete voi e tutte le persone care con cui vorrete condividerne la visione. Certo… se si tratta di una collezione di auto d’epoca, va da se, che una parete o un angolo della casa non bastano!

Sito realizzato da www.planimetrie.net
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo E-mail per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie